Cos’è la business continuity?

La business continuity consiste nella capacità di un’organizzazione di mantenere attive le funzionalità mission-critical durante e dopo un evento avverso. Interruzioni di ogni tipo possono costare tempo, denaro e produttività alle organizzazioni, e la pianificazione della business continuity aiuta a prepararsi contro questi rischi prima che si verifichino. Le organizzazioni moderne hanno un elenco di cause potenziali di interruzione che vanno ben oltre i disastri naturali Interruzioni dei servizi, violazioni della sicurezza e concorrenza fra settori possono rappresentare minacce importanti ai processi aziendali.

La business continuity consente alle organizzazioni di:

  • Favorire una produttività ottimizzata della forza lavoro durante qualsiasi tipo di interruzione aziendale, pianificata o meno
  • Proteggere e controllare le informazioni aziendali mantenendo il controllo dell’IT nel datacenter
  • Semplificare la pianificazione e le operazioni di continuità utilizzando la stessa infrastruttura che quotidianamente supporta l’organizzazione per le operazioni di routine

In passato, per mantenere attive le operazioni durante eventi avversi, le organizzazioni si affidavano a una serie complessa di sistemi di provisioning fisici. Dal punto di vista dell’IT, gli stakeholder dovrebbero disporre di endpoint, come nuovi computer desktop, e di tecnologie di networking per assicurare una rete eterogenea di sistemi che rimanga attiva fino al ripristino del normale funzionamento.

Oggi, le tecnologie cloud, i sistemi ridondanti e la pianificazione strategica garantiscono il funzionamento delle aziende quando si verificano imprevisti. Nel XXI secolo, la gestione della business continuity è diventata decisamente più semplice, e realizzare un programma affidabile di business continuity non è più una sfida imponente. Le organizzazioni di grandi dimensioni potrebbero essere in grado di mantenere tutte le loro funzionalità durante una crisi. Le aziende di piccole e medie dimensioni potrebbero concentrarsi sul mantenere attive le funzioni cruciali fino a che la crisi non sia superata.

Tuttavia, anche in quest’era iperconnessa, la valutazione e la gestione dei rischi, così come la pianificazione del disaster recovery, rimangono cruciali per garantire la continuità aziendale.

Grazie a Citrix, la vostra azienda rimane operativa in caso di downtime non pianificato.

Se le persone non possono accedere alle applicazioni, ai dati, ai file e ai servizi da cui dipende il loro lavoro, l’attività rimane ferma e l’azienda perde denaro, clienti, produttività, reputazione e opportunità per ogni istante necessario a riprendere il lavoro.

Quali tecnologie supportano la business continuity?

Le tecnologie integrate supportate dalle piattaforme cloud offrono alle aziende moderne la possibilità di pianificare per prepararsi alla crisi, per reagire e per recuperare in seguito, che si tratti di catastrofi naturali, attacchi informatici o danni da parte di fornitori. Tali tecnologie supportano tutte le funzioni aziendali cruciali e la gestione della crisi in un contesto di minacce potenziali, oltre a eseguire analisi accurate dell’impatto sul business:

Desktop e applicazioni in modalità hosted
Le applicazioni e i desktop virtuali, nonché il SaaS e le applicazioni web, sono ideali per la business continuity in quanto consentono agli utenti di accedere alle loro applicazioni utilizzando qualsiasi dispositivo, nel caso in cui un evento avverso renda inattivi i datacenter e gli uffici aziendali. Questo accesso remoto aiuta a garantire i processi di business continuity.

Unified Endpoint Management
In caso di evento avverso, i dipendenti dovrebbero avere la possibilità di accedere alle proprie applicazioni e ai file da qualsiasi posizione, utilizzando qualunque dispositivo. L’Unified Endpoint Management consente alle organizzazioni di distribuire in modo sicuro applicazioni e dati ai dipendenti, indipendentemente dall’endpoint, dalla rete o dalla posizione dell’utente.

Sincronizzazione e condivisione di file
La disponibilità di file cruciali è essenziale per il proseguimento delle attività durante un evento avverso. Gli strumenti di sincronizzazione e condivisione dei file basati su cloud offrono agli stakeholder la capacità di accedere ai dati aziendali da qualsiasi parte del mondo. Inoltre, le opzioni di controllo basate su policy e protocolli di sicurezza sofisticati riducono il rischio di perdita o corruzione dei dati, garantendo che le informazioni rimangano intatte durante un evento avverso. In caso di grave violazione, gli strumenti di crittografia e le opzioni di cancellazione remota mantengono le informazioni sensibili al sicuro dai malintenzionati.

Collaborazione
Mantenere i team connessi durante le crisi è fondamentale per la resilienza e gli obiettivi di recovery: ciò è essenziale in qualsiasi strategia affidabile di business continuity.

I piani di emergenza ottimizzati si avvalgono di strumenti di collaborazione per trasferire i carichi di lavoro ai team al di fuori della zona colpita dall’evento avverso. È importante sottolineare che gli strumenti di collaborazione utilizzano la tecnologia cloud per fornire un accesso quasi immediato a funzioni cruciali per gli stakeholder, come stabilito dal piano di emergenza.

Cloud networking
In condizioni normali, le reti cloud offrono alle organizzazioni la possibilità di espandere le proprie risorse in base alle esigenze. Nel caso in cui un evento avverso colpisca il datacenter primario, le soluzioni impiegate per fronteggiare gli eventi avversi possono distribuire risorse virtualizzate alle sedi secondarie, limitando il downtime o eliminando completamente le interruzioni dei servizi. Queste soluzioni garantiscono affidabilità e prestazioni durante un evento avverso, offrendo agli stakeholder il tempo necessario per assicurare le operazioni aziendali.

Come è possibile agevolare la riduzione dei rischi tramite soluzioni di business continuity?

In un ambiente aziendale competitivo, le interruzioni possono essere estremamente onerose per le organizzazioni. La gestione delle emergenze mette a dura prova anche le organizzazioni maggiormente preparate. Per garantire che i team rimangano produttivi e che gli stakeholder IT possano raggiungere gli obiettivi dei tempi di recovery, i leader devono effettuare investimenti strategici in tecnologie resilienti. Il supporto di tali strumenti, policy, strategie di recovery e attività di continuità standardizzate consente agli stakeholder di mantenere il controllo e supportare il backup dei dati anche nei peggiori scenari di eventi avversi.

Di base, un piano di business continuity è un framework consolidato in grado di supportare un’organizzazione in caso di imprevisti. Prevedendo potenziali crisi e identificando le funzioni mission-critical, le organizzazioni aumentano le loro probabilità di superare con facilità anche sfide enormi. Un approccio sistematico garantisce a tutti di comprendere i propri ruoli e offre le maggiori possibilità di successo.

I tre pilastri della resilienza, del recovery e della contingenza rafforzano le organizzazioni, offrendo loro la capacità di supportare team interni e stakeholder esterni. Grazie a Citrix Cloud e all’ausilio delle tecnologie cloud e delle infrastrutture dinamiche, anche le crisi più pericolose diventano gestibili.