Quali sono le novità di Citrix Virtual Apps and Desktops

Presentazione di Citrix Virtual Apps and Desktops 7 1912 LTSR

Gli ultimi aggiornamenti a Citrix Virtual Apps and Desktops estendono la nostra leadership nel settore della virtualizzazione attraverso l’ottimizzazione del consumo di risorse, il miglioramento dell’esperienza utente e l’incremento della flessibilità a livello amministrativo, sia in locale che sul cloud.  A chiusura del 2019, abbiamo distribuito Citrix Virtual Apps and Desktops 7 1912, una Long Term Service Release (LTSR) destinata ai clienti nei nostri settori più esigenti. 

Le LTSR di Citrix consentono alle aziende di distribuire ambienti a lungo termine con un programma prevedibile, offrendo fino a cinque anni di assistenza ufficiale, più altri cinque anni di assistenza estesa.   Per i clienti attuali della LTSR 7.15, questa versione offre due anni di innovazioni del prodotto e di miglioramenti delle funzionalità.  Fate riferimento alle domande frequenti sulle LTSR per maggiori informazioni sulle opzioni di assistenza e i servizi offerti da Citrix.

Per confrontare i miglioramenti delle funzionalità disponibili a oggi tra l’ultima LTSR e la nuova versione, consultate le matrici delle funzionalità di seguito:

Ottimizzazione di Citrix per Microsoft Teams

Citrix è stata la prima azienda del settore a offrire una soluzione per l’ottimizzazione di Microsoft Teams basato sul web in un ambiente virtuale. Ora offriamo un’esperienza Microsoft Teams del tutto nativa e completa all’interno di Citrix Virtual Apps and Desktops 7 1912. Per garantire la migliore esperienza utente possibile di un’istanza virtualizzata di Teams, Citrix ottimizza la consegna di funzionalità vocali, video e telefoniche di un client Microsoft Teams completamente nativo in un ambiente virtualizzato. Citrix Virtual Apps and Desktops massimizza la scalabilità dei server reindirizzando le funzionalità multimediali al client per un’esperienza utente ad alte prestazioni. 

Livelli di personalizzazione dell’utente

Novità della versione di Virtual Apps and Desktops 1912: i livelli di personalizzazione dell’utente sono livelli flessibili e scrivibili che consentono ai reparti IT di offrire un’esperienza persistente agli utenti che accedono a desktop non persistenti.   I livelli di personalizzazione dell’utente, realizzati utilizzando la tecnologia di App Layering, sono una componente nativa di Virtual Apps and Desktops che non richiede alcuna nuova infrastruttura o manutenzione delle immagini.  Progettata in sostituzione del Personal vDisk (PvD), questa funzionalità offre agli amministratori la possibilità di fornire un’esperienza utente personalizzata con il migliore TCO.

Vi presentiamo Citrix Managed Desktops

Citrix Managed Desktops è un modo semplice e veloce di distribuire le applicazioni e i desktop Windows da Microsoft Azure. La soluzione Citrix Managed Desktops offre la gestione e il provisioning basati sul cloud, nonché una capacità gestita per distribuire le applicazioni e i desktop virtuali su qualsiasi dispositivo. Questa soluzione basata sul cloud è un servizio chiavi in mano che consente a qualunque organizzazione, con qualsiasi livello di competenza IT, di distribuire rapidamente applicazioni e desktop basati su Windows alla propria forza lavoro. Progettato come un servizio unico, pay-as-you-go, include tutto il necessario per distribuire dal cloud, in modo semplice e sicuro, desktop e applicazioni su qualsiasi dispositivo.

Nuovo schema delle versioni di Citrix Virtual Apps and Desktops

Alla fine del 2018, Citrix ha adottato un nuovo schema delle versioni per consentire ai clienti di stabilire più facilmente quando è stata pubblicata la versione. La numerazione “7” garantisce l’uniformità dello schema delle versioni sulle piattaforme, indicando che questa è la stessa piattaforma leader del settore per la virtualizzazione del desktop e delle applicazioni, come le precedenti versioni XenApp e XenDesktop 7.x. La numerazione “1811” rappresenta la versione attuale. Questa nuova strategia di numerazione è molto simile allo schema delle versioni di Microsoft: gli ultimi quattro numeri consentono di determinare in modo più semplice e rapido quando è stata pubblicata la versione, poiché indicano l’anno e il mese (nel formato AAMM).