Cos’è la virtualizzazione desktop?

La virtualizzazione desktop è una tecnologia che consente agli utenti di simulare il carico di una workstation per accedere a un desktop tramite un dispositivo connesso in remoto o in locale. Ciò separa l’ambiente desktop e le sue applicazioni dal dispositivo client fisico utilizzato per accedervi. La virtualizzazione desktop è un elemento essenziale dei workspace digitali e dipende dalla virtualizzazione delle applicazioni.

Argomenti principali sulla virtualizzazione desktop:

Come funziona la virtualizzazione desktop?

La virtualizzazione desktop può essere implementata in vari modi, ma i due tipi principali di virtualizzazione desktop si distinguono in base all’istanza del sistema operativo in locale o remota.

Virtualizzazione desktop locale

Nella virtualizzazione desktop locale il sistema operativo viene eseguito su un dispositivo client tramite la virtualizzazione hardware; tutti i carichi di lavoro e di elaborazione vengono gestiti dall’hardware locale. Questo tipo di virtualizzazione desktop funziona bene quando gli utenti non necessitano di una connessione di rete continua e possono soddisfare i requisiti di computing delle applicazioni con risorse di sistema locali. Tuttavia, poiché richiede che l’elaborazione sia eseguita in locale, non è possibile utilizzare la virtualizzazione desktop locale per condividere macchine virtuali o risorse tramite la rete con thin client o dispositivi mobile.

Virtualizzazione desktop remota

La virtualizzazione desktop remota è un tipo di virtualizzazione comunemente utilizzato in un ambiente di computing client/server. Ciò consente agli utenti di eseguire sistemi operativi e applicazioni da un server all’interno di un datacenter, mentre tutte le interazioni dell’utente avvengono su un dispositivo client. Questo dispositivo client può essere un laptop, un dispositivo thin client o uno smartphone. Come risultato, i reparti IT hanno un controllo più centralizzato sulle applicazioni e sui desktop, e possono trarre il massimo dall’investimento dell’organizzazione nell’hardware IT attraverso l’accesso remoto alle risorse informatiche condivise.

Cos’è una infrastruttura desktop virtuale?

L’infrastruttura desktop virtuale (VDI) è un tipo di virtualizzazione desktop molto comune. La VDI è una variante del modello di virtualizzazione desktop client-server che utilizza macchine virtuali basate su host per distribuire desktop virtuali persistenti e non persistenti a tutti i tipi di dispositivi connessi. Nel caso del desktop virtuale persistente, ogni utente dispone di un’immagine desktop unica che può personalizzare con applicazioni e dati, sapendo che verrà salvata per potere essere utilizzata in seguito. Un’infrastruttura desktop virtuale non persistente consente agli utenti di accedere a un desktop virtuale del medesimo gruppo quando ne hanno bisogno; una volta che l’utente si disconnette da una VDI non persistente, essa ritorna allo stato inalterato. Alcuni dei vantaggi dell’infrastruttura desktop virtuale sono una maggiore sicurezza e una gestione desktop centralizzata per tutta l’organizzazione.

Quali sono i vantaggi della virtualizzazione desktop?

  1. Gestione delle risorse:
    Consolidando la maggior parte del computing in un datacenter, la virtualizzazione desktop consente ai reparti IT di trarre il massimo vantaggio dagli investimenti nell’hardware. La virtualizzazione desktop, infatti, consente alle organizzazioni di distribuire computer e dispositivi a basso costo agli utenti finali, poiché la maggior parte del lavoro di computing intensivo si svolge nel datacenter. Riducendo al minimo la quantità di computing necessaria nei dispositivi endpoint da parte degli utenti finali, i reparti IT possono risparmiare acquistando macchine meno costose.
  2. Lavoro remoto:
    La virtualizzazione desktop aiuta gli amministratori IT a supportare i lavoratori remoti, fornendo al reparto IT il controllo centralizzato sulla distribuzione virtuale dei desktop sui dispositivi di un’organizzazione. Anziché impostare manualmente un nuovo desktop per ciascun utente, la virtualizzazione desktop consente al reparto IT di distribuire con semplicità sul dispositivo dell’utente un desktop virtuale pronto all’uso. A questo punto, l’utente può interagire con il sistema operativo e le applicazioni su tale desktop da qualsiasi posizione e l’esperienza dei dipendenti sarà paragonabile a lavorare in locale. Una volta che l’utente ha finito di utilizzare questo desktop virtuale, può disconnettersi e restituire l’immagine del desktop al gruppo condiviso.
  3. Sicurezza:
    Il software di virtualizzazione desktop consente agli amministratori IT di controllare centralmente quali utenti possono accedere a determinati dati e applicazioni. Se le autorizzazioni di un utente cambiano perché lascia l’azienda, la virtualizzazione desktop aiuta il reparto IT a rimuovere rapidamente l’accesso dell’utente al desktop virtuale persistente e a tutti i suoi dati, senza bisogno di disinstallare manualmente tutto quanto dai dispositivi dell’utente. E poiché tutti i dati dell’azienda risiedono all’interno del datacenter, anziché su ciascuna macchina, un dispositivo smarrito o rubato non comporta lo stesso livello di rischio per i dati. In caso di furto di un laptop che utilizza la virtualizzazione desktop, l’assenza di dati aziendali sulla macchina fisica comporterà meno rischi di violazione dei dati.

Risorse aggiuntive: