Saubermacher adotta il lavoro digitale durante la crisi da COVID-19

La pandemia di coronavirus ha cambiato il volto delle attività lavorative quotidiane dell’azienda Saubermacher Grazie a una strategia di workplace digitale basata sulle tecnologie Citrix, questa azienda che si occupa di smaltimento dei rifiuti è riuscita ad adattarsi rapidamente alla nuova situazione e a supportare appieno i propri dipendenti con il lavoro da remoto presso le abitazioni. Come conseguenza, in futuro il lavoro verrà svolto da una rete di team virtuali che giocherà un ruolo preponderante per Saubermacher.

Saubermacher Dienstleistungs AG è un’azienda internazionale con sede a Feldkirchen bei Graz che si occupa di smaltimento e riciclaggio dei rifiuti. Quest’azienda, di proprietà di una famiglia austriaca, è un partner di fiducia per 1.600 distretti e 40.000 aziende, con circa 3.350 dipendenti in Austria, Germania, Francia, Repubblica Ceca, Slovenia, Ungheria ed Emirati Arabi Uniti. Ogni anno ricicla in modo sostenibile oltre 3,5 milioni di tonnellate di rifiuti.

Tutte le attività svolte da Saubermacher seguono una filosofia rifiuti zero. La mission aziendale è quella di garantire che una proporzione considerevole di tutti i materiali che gestisce alla fine del loro ciclo di vita vengano riciclati. L’obiettivo è creare un ciclo di vita dei materiali quasi ininterrotto, in cui praticamente non vengono creati rifiuti poiché tutti i materiali verranno riutilizzati in futuro. Grazie a un flusso costante di nuove idee e di innovazioni, al team di ricerca e sviluppo interno dell’azienda, nonché alle collaborazioni con università, clienti e partner industriali, Saubermacher è diventata un’azienda all’avanguardia nella logistica dei rifiuti e nel recupero e riciclaggio di materie prime essenziali.

Saubermacher incorpora la filosofia rifiuti zero anche nella propria organizzazione. Grazie a tassi di riciclaggio elevati, l’azienda risparmia circa 612.000 tonnellate di CO2 all’anno e in molte aree non è solo climaticamente neutra, ma climaticamente positiva. Saubermacher è stata nominata per due volte l’azienda di smaltimento dei rifiuti più sostenibile del mondo, secondo l’istituto ambientale GRESB.

Le sfide: Organizzazione in rete e crescita dinamica dell’azienda

Per diventare un’organizzazione integrata in grado di offrire ai propri clienti internazionali tutti i servizi di cui hanno bisogno, Saubermacher ha creato una fitta rete di sedi e partnership. Con una rappresentanza in sette Paesi e circa 80 sedi, l’azienda è in grado di offrire servizi completi di smaltimento e riciclaggio dei rifiuti con un livello di qualità affidabile. Le varie unità aziendali, la maggior parte delle quali sono altamente specializzate, collaborano a stretto contatto e realizzano soluzioni smart e integrate con l’ausilio delle tecnologie digitali.

Anche l’organizzazione in rete e la rapida crescita aziendale hanno avuto un enorme impatto sulle capacità IT di Saubermacher: “Dobbiamo riuscire a supportare le diverse unità aziendali della nostra azienda in modo molto flessibile”, afferma Alexander Wallner, Responsabile dei servizi IT del gruppo di Saubermacher. “Ciò comprende rendere le nuove applicazioni disponibili il più rapidamente possibile o collegare nuove sedi aziendali all’infrastruttura IT nell’arco di una giornata. Ecco perché è da molto tempo che utilizziamo la tecnologia Citrix”.

 

Dal provisioning centralizzato delle applicazioni al workplace digitale

Negli ultimi anni l’azienda ha implementato metodicamente una strategia di workspace digitale presso tutte le sue sedi. L’impegno in questa direzione è stato supportato dalla ACP X-tech, la divisione competente per il workspace digitale del partner di soluzioni IT ACP. “ACP X-tech ci ha fornito un supporto altamente professionale in tutte le fasi del processo, dall’ideazione della strategia all’implementazione completa ed estesa a tutta l’area”, afferma Alexander Wallner. “Tuttora, nelle nostre operazioni attuali, continuiamo a fare affidamento sul supporto di terzo livello di ACP X-tech e sulla sua gestione del ciclo di vita”.

Di fatto, tutte le applicazioni aziendali e i desktop degli utenti di Saubermacher ora vengono forniti centralmente tramite un’infrastruttura Citrix Virtual Apps and Desktops in due datacenter progettati in modo ridondante. Tutti gli utenti si basano sulla stessa immagine desktop: grazie a Citrix Provisioning Services è sufficiente applicare le modifiche al sistema operativo e alle applicazioni solo una volta per renderle immediatamente disponibili all’intero ambiente.

Relativamente ai workspace, i PC sono stati ampiamente sostituiti con thin client. Ciò significa che i requisiti di manutenzione per i dispositivi finali sono ridotti al minimo. “Attualmente, per creare nuove sedi operative non abbiamo praticamente bisogno di essere presenti in loco”, afferma Wallner. “È sufficiente che inviamo il numero di thin client richiesto: gli utenti li connettono autonomamente e li utilizzano per iniziare a lavorare immediatamente”.

Anche gli utenti mobile sono stati integrati nel concetto di workspace digitale. Saubermacher utilizza Citrix Endpoint Management per gestire centralmente più di 700 smartphone e tablet. Questo include non solo i dispositivi finali basati su Apple, ma anche i tablet Android utilizzati dagli autotrasportatori. I dispositivi Samsung Knox sono stati utilizzati per la gestione degli ordini mobile e per fornire una pianificazione del percorso ottimizzata e intervalli di smaltimento dei rifiuti correlati alle esigenze, tra le altre funzioni.

Tutti gli accessi remoti all’infrastruttura IT interna sono garantiti per mezzo di due appliance Citrix Gateway virtuali nel centro di calcolo. Queste crittografano tutte le comunicazioni e integrano anche un processo di autenticazione a due fattori che in futuro sarà basato su una password monouso Citrix.

Inoltre, utilizzando Citrix Content Collaboration, l’azienda ha introdotto una soluzione per l’archiviazione e l’elaborazione congiunta di documenti. Pertanto, gli utenti possono sincronizzare facilmente tutti i loro dati utilizzando dispositivi finali diversi e possono persino condividere i dati con altri contatti. Questa soluzione offre anche funzionalità relative a commenti e autorizzazioni, che hanno semplificato di molto il passaggio ai flussi di lavoro digitali per Saubermacher.

Reagire in modo più rapido alle nuove sfide, anche in situazioni eccezionali

Con l’aiuto dei singoli componenti di Citrix Workspace, Saubermacher è stata in grado di soddisfare tutte le esigenze della strategia di workspace digitale. Gli utenti ora hanno a portata di mano un ambiente di lavoro moderno che offre prestazioni all’avanguardia garantite su ogni dispositivo finale. Per soddisfare le nuove esigenze del mercato e dei clienti è possibile effettuare adeguamenti molto rapidamente, in base alla necessità. Inoltre, la soluzione Citrix ha contribuito a ridurre il lavoro amministrativo e i costi di esercizio per i workspace IT.

Tuttavia, la sfida più grande da superare è stata quella legata alla pandemia da COVID-19. Per ridurre il rischio di contagi e garantire i requisiti legali di distanziamento, la stragrande maggioranza della forza lavoro è passata al lavoro da casa.

“Grazie alla soluzione Citrix abbiamo potuto rispondere in modo estremamente rapido a questa situazione”, afferma Alexander Wallner. “Abbiamo impiegato meno di un fine settimana per consentire a tutti i nostri colleghi di accedere da casa alle loro applicazioni e ai dati”.

Non c’è stato nemmeno bisogno di acquisire nuovi dispositivi finali. La maggior parte degli utenti ha semplicemente installato Citrix Workspace App sui propri computer privati, riuscendo ad accedere in modo sicuro al proprio workspace digitale tramite l’app stessa. Ad altri utenti sono stati forniti notebook di proprietà dell’azienda. Anche l’infrastruttura Citrix nel centro di calcolo è stata ampiamente in grado di affrontare la sfida: “I nostri server e gateway dispongono di una capacità sufficiente per gestire un gran numero di utenti remoti”, prosegue Wallner.

L’esperienza utente come fattore fondamentale

“In questa situazione eccezionale è stato particolarmente importante concentrarsi sulle esigenze degli utenti”, sottolinea Wallner, sulla base della propria esperienza nel campo dell’IT. “Durante le teleconferenze con il nostro team di gestione della crisi da COVID-19, ogni giorno ci concentravamo su come riuscire a supportare al meglio i nostri lavoratori”.

Una delle soluzioni studiate da Saubermacher è stata quella di utilizzare Microsoft Teams nel breve termine per semplificare la comunicazione virtuale nelle riunioni online e nelle chat video. È stato quindi creato il collegamento Internet per garantire che fosse sempre disponibile una larghezza di banda sufficiente per tutti i servizi.

Come ulteriore supporto per i dipendenti che lavorano da casa, Saubermacher durante la crisi da COVID-19 ha introdotto la soluzione di firma elettronica Citrix RightSignature. Grazie a questa soluzione ora tutti i dipendenti possono firmare i contratti in modo digitale e possono ottenere firme da clienti o provider di servizi tramite e-mail. Questo aspetto ha reso possibile un’ulteriore accelerazione del passaggio ai processi digitali.

“Abbiamo ricevuto molti feedback positivi dai nostri utenti, i quali affermano che grazie a Citrix il passaggio al lavoro da casa ha funzionato senza problemi”, conclude Alexander Wallner. “Un sondaggio interno ha mostrato che la soddisfazione degli utenti supera il 90%”.

Il ritorno a una nuova normalità

Nel frattempo, mentre molti utenti sono tornati a lavorare in ufficio, il concetto di lavoro remoto rimane un aspetto importante della strategia aziendale di Saubermacher. L’azienda intende strutturare il proprio ambiente di lavoro dando maggiore enfasi alle esigenze dei team virtuali in futuro. “Durante questa crisi abbiamo visto quanto siano davvero vitali il networking e la collaborazione digitale ottimizzata”, afferma Alexander Wallner. “Questo è il motivo per cui intendiamo esplorare ulteriormente il percorso che abbiamo intrapreso con Citrix e ACP X-tech. Attualmente, stiamo valutando la possibilità di utilizzare in futuro Citrix Workspace nel cloud e di espandere ulteriormente l’integrazione di servizi come Microsoft Teams”.

Abbiamo ricevuto molti feedback positivi dai nostri utenti, i quali affermano che grazie a Citrix il passaggio al lavoro da casa ha funzionato senza problemi. Un sondaggio interno ha mostrato che la soddisfazione degli utenti supera il 90%.
Alexander Wallner
Responsabile dei servizi IT del gruppo
Saubermacher Dienstleistungs AG

Settore

Vantaggi principali

  • Utilizzando Citrix Workspace, Saubermacher offre workplace digitali a oltre 80 sedi in sette Paesi.
  • Con Citrix Endpoint Management vengono gestiti in modo centralizzato oltre 700 dispositivi mobile, inclusi tablet Samsung Knox per la gestione di ordini da mobile.
  • In seguito alla pandemia da coronavirus, Saubermacher è riuscita a reagire tempestivamente e ad allestire workspace domestici per tutti i propri dipendenti in un solo fine settimana.
  • Citrix Content Collaboration e Citrix RightSignature supportano flussi di lavoro digitali e l’elaborazione congiunta di documenti, comprese le firme elettroniche.

Prodotti Citrix